5 giorno del Capitolo Generale

Lug 7, 2021 | Non categorizzato

Nella quinta mattinata del Capitolo Generale, Fra Caoimhin O’Laoide e Fra Isauro Covili Linfati, della Commissione per la Salvaguardia dei Minori dell’Ordine, hanno evidenziato la realtà e la gravità del fenomeno degli abusi sessuali su giovani e adulti vulnerabili da parte di chierici e religiosi, e la grande importanza per il nostro Ordine e per la Chiesa di promuovere una cultura della cura e della salvaguardia delle persone vulnerabili.

Fra Antonio Scabio, psicoterapeuta professionista e Definitore Generale, ha parlato dell’esperienza subita dalle vittime di tali tragiche violenze e dei conseguenti gravi traumi, situazioni che devono essere sempre al centro della necessaria e pronta risposta di compassione e responsabilità unitamente alle  famiglie e alle comunità che sono state ferite. La Commissione ha affermato che come frati francescani, “siamo chiamati ad avere rispetto per la dignità e il valore di ogni essere umano (e che non dobbiamo) mai sfruttare o abusare del potere che può derivare dal nostro essere membri di un ordine religioso o come ministri ordinati della Chiesa”.

Fra Aidan McGrath ha parlato delle raccomandazioni della Commissione, che includono la formulazione di un progetto di Statuto da inserire negli Statuti Generali dell’Ordine, così come ha evidenziato la necessità di uno sviluppo chiaro del Codice di condotta ministeriale, con linee guida e procedure che si applicheranno a tutti i frati e alle Entità dell’Ordine.

Come sottolineato dalla Commissione, il nostro Ordine ha l’obbligo di non “chiudere un occhio” e di non tacere, isistendo sul serio bisogno di sviluppare la consapevolezza, l’educazione e il dialogo aperto a livello di conventi e parrocchie locali, nella formazione iniziale e permanente dei frati e per il nostro personale, i volontari e i collaboratori. Ai responsabili delle Entità si chiede di formare i frati e di collaborare con altri professionisti religiosi e laici in un ministero multi-educativo di cura e salvaguardia delle persone vittime degli abusi. Una risorsa formativa raccomandata per i frati che devono essere assegnati a questo ministero è il programma di formazione di base e di formazione specializzata offerto dalla Pontificia Università Gregorianum su https://childprotection.unigre.it/

I Capitolari si sono poi riuniti in gruppi linguistici per discutere su come le Entità possano assicurare una maggiore coerenza nella loro risposta al fenomeno dell’abuso sessuale dei bambini e degli adulti vulnerabili, e dell’approccio richiesto per una corretta gestione di tutte le questioni relative alle denunce di questa natura.

Nel pomeriggio, Fr. Cesare Vaiani e Fr. Siniša Balajic hanno presentato il Rapporto del Segretariato Generale per la Formazione e gli Studi (GSFS) delineando le iniziative specifiche del GSFS negli ultimi sei anni e aggiornando I Capitolari circa le istituzioni formative ed educative esistenti nell’Ordine, come la Pontificia Università Antonianum (PUA) e i centri di ricerca di Roma, USA, Cairo e Hong Kong. Hanno sottolineato inoltre come diversi programmi nuovi e innovativi siano stati  introdotti negli ultimi sei anni, come il Corso di Licenza in Ecologia Integrale offerto dalla PUA dal 2020.

Le riflessioni e le proposte del GSFS hanno incluso la necessità di accompagnare sia le Entità in crescita numerica che quelle in diminuzione, la formazione dei Guardiani, la formazione ad una identità francescana per tutti i frati, il collegamento in rete tra i centri di studio e l’importanza del mondo digitale.

Queste riflessioni e proposte, insieme alle realtà e ai bisogni formativi nelle diverse Entità, sono state discusse dai Capitolari nei diversi gruppi linguistici.

 

Foto

 

Video

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.